Formato Maremma Incontri ravvicinati del tipo multi-platform

Riconoscete il successo di TED e le sue "ideas worth spreading"?
Ecco la proposta di un’alternativa all’Italiana, ma sempre internazionale, più coinvolgente, dinamica, divertente e commerciale, per uno spettacolo di “ideas worth watching”.

Incontrate Maremma, la sorellina di TED. Conoscete già il vecchio e serioso TED e il suo più espansivo fratello TEDx, che spargono idee ma non aspettano le risposte. Ora vi presentiamo Maremma, che viene dalla Toscana ma vuole girare il mondo. È molto giovane, ma sempre pronta ad ascoltare. Apprezza il lavoro dei suoi fratelli, ma, per lei, le idee sono per mettere in discussione, non in una vetrina. Lei intende incoraggiare e ospitare il dialogo aperto fra persone che preferiscono dibattere i propri pensieri, non meramente dichiararli.

Conferenze spettacoli (conference shows) prodotti col Formato Maremma in luoghi pubblici e teatri offrono una piattaforma per lo scambio di idee e per il dialogo aperto fra la più ampia diversità di partecipanti, compresi quelli la cui voce non si sentirebbe altrimenti. Come l’agente di Voltaire avrebbe potuto dire: Non sono d'accordo con quello che dici, ma darei la vita per i diritti televisivi. Il formato facilita la produzione e trasmissione di contenuti fruibili tramite una gamma di canali.

L’esperienza per il pubblico è divertente e coinvolgente. Il dibattito è vivace e varia, in un incontro moderato fra le proposte di protagonisti preparati e le risposte spontanee della platea. Lo scopo finale è fare vedere lo scambio di idee, non meramente le idee. Il formato è flessibile, ma ferreo su certi punti per creare un Teatro di Idee.

Il Formato Maremma

  1. La vivacità: ogni sessione dura un’ora ed è fatta di 3 o 4 relazioni di non più di nove minuti, con il resto del tempo per la discussione con il pubblico.
  2. La disciplina: Il moderatore non è esperto in materia, ma deve essere bravo a incoraggiare la partecipazione e a gestire il traffico a favore del pubblico.
  3. I relatori: ove possibile non si conoscono e sono molto diversi fra loro. Ognuno è invitato per il talento e la competenza personale.
  4. I temi sono traversali e di interesse generale, volutamente vaghi per non condizionare i contributi e per allargare i punti di vista
  5. Le conferenze spettacolo possono essere costituite di una o più sessioni, e il pubblico può cambiare ogni ora, fra una sessione e l’altra.
  6. L’arena: i protagonisti nel centro, con il minimo di distacco con il pubblico tutt’attorno.
    The Meeting is the Message

Output per TV e Internet

  1. Brevi video / podcast I singoli interventi degli ospiti montati in puntate distinte di circa cinque minuti, da trasmettere in social e tramite un sito dedicato, e per l’inserimento in altri programmi.
  2. Programma di un’ora Sessioni intere con tre/quatto interventi e la partecipazione del pubblico per una trasmissione tematica.
  3. Canali dedicati con l’archivio tematico con un archivio di video accessibili secondo, tema, relatore e luogo.
  4. Live Streaming

Sviluppo e espansione

Le conferenze Maremma possono essere organizzate più volte con una frequenza più o meno regolare, in più location e con diversi temi. Possono essere tenute all’interno di altri eventi e da organizzatori diversi, sotto licenza, a patto che il formato sia rispettato e i contenuti siano messi a disposizione del licenziante.

Conferenze spettacoli con il Formato Maremma sono stati sperimentati (e registrati) in giro per l’Italia, nella Maremma, a Grosseto, Firenze, Bologna (con Romano Prodi e Bill Emmott) e a Milano durante EXPO 2015. Nell’ottobre 2018, il formato sarà impiegato per sei conferenze pubbliche durante AMBITA (Forum dell’Ambiente Costruito Italiano) nell’arco di quattro giorno con circa ventiquattro protagonisti nazionali e internazionali. Sarebbe il momento ideale per l’inserimento di un “media partner”, per perfezionare il formato e per ottimizzare la produzione e divulgazione dei contenuti video.

© Richard Harris, maggio 2018